Logo salute24

Disastro Twin Towers: dopo 8 anni asma e stress post trauma

Asma e stress post trauma 8 anni dopo: è ciò che è accaduto - e sta accadendo - ai newyorkesi che vivevano, lavoravano o erano presenti nei dintorni del World Trade Center l`11 settembre del 2001, quando le Twin Towers implosero su loro stesse distrutte dall`impatto con gli aerei dirottati. Nove anni dopo, si legge su uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association - Jama, le persone che ebbero un`intensa esposizione all`attacco alle Torri Gemelle fanno registrare ancora attacchi di asma o di stress post-trauma: sintomi indicativi - si legge nella ricerca - di probabili disordini da stess post-trauma (PTSD, dall`inglese Post Trauma Stress Disorder).
Lo studio, condotto da Robert Brackbill del Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta in collaborazione con i colleghi del New York City Department of Health and Mental Hygiene e della Columbia University di New York, con la sua analisi degli effetti a lungo termine sulla salute derivati dal disastro del World Trade Center si aggiunge a una serie di studi che alcuni anni fa si erano già interessati di analizzare le conseguenze a breve termine - psicologiche e non solo - scaturite dall`11 settembre . "L`attacco terroristico dell`11 settembre 2001 ha ucciso migliaia di persone ed esposto centinaia di migliaia di persone a terribili eventi psicologici e a condizioni ambientali potenzialmente nocive derivanti dal crollo delle torri e dagli incendi", si legge nell`articolo.
Su 409 mila persone potenzialmente esposte circa 25.500 adulti (circa il 7%), secondo le stime, hanno sperimentato l`asma, e 61.000 (circa il 15%) hanno avuto sintomi indicativi di probabili disordini da stress post trauma: "I nostri risultati confermano che, dopo un attacco terroristico, le problematiche di salute mentale possono persistere se non identificate e trattate in modo adeguato e che un considerevole numero di persone esposte possono sviluppare sintomi a insorgenza tardiva. Il nostro studio evidenzia dunque la necessità di sorveglianza a vasto raggio per molti anni a seguito di una catastrofe per prevenire e mitigare le conseguenze sulla salute", concludono gli autori.

di m.c.
Pubblicato il 10/08/2009

potrebbe interessarti anche: