Logo salute24

All’Accademia Pro Vita arriva Rino Fisichella

Nativo di Lodi, ma romano d’adozione, il vescovo Rino Fisichella, 56 anni, rettore dell’Università Lateranense e cappellano di Montecitorio, è stato designato dalla Santa Sede alla guida della Pontificia Accademia Pro Vita, il cuore della riflessione sui caldi temi bioetica del Vaticano.Fisichella prende il posto di S.E. Elio Sgreccia, che lascia la guida dell’Accademia per raggiunti limiti d’età. È prossimo infatti al compimento degli ottant’anni.La linea dell’istituzione vaticana non subirà scossoni. Mons. Fisichella condensa tutte le caratteristiche proprie del sue predecessore: un’attenta considerazione dei media, è sufficiente ricordare a tal proposito la presenza ad una puntata di Annozero, nella quale veniva trattato il tema dei pedofili. Una grande capacità di relazione con i temi e le persone della politica italiana, come dimostra la carica di cappellano della Camera dei Deputati. E una rigorosa linearità dottrinale. A differenza di Sgreccia, la rigorosità di Fisichella, anche per un portato metodologico che gli proviene dal suo modo di fare teologia, è più “mobile” e più aperto alle istanze del dialogo.Un coro di consensi ha accolto la nomina del rettore della Lateranense. Messaggi di congratulazioni sono arrivati dai presidenti di Senato e Camera, Renato Schifani e Gianfranco Fini. Numerosi esponenti dal governo in carica hanno espresso il loro plauso per la nomina: dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti al ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi, passando per il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, e quello per le Politiche Comunitarie, Andrea Ronchi.(18 giugno 2008)

di
Pubblicato il 13/07/2008