X

Ti potrebbe interessare anche

Con un bacio passano anche milioni di batteri

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Dislessia1

Lingue e dislessia:
dal cinese all’inglese,
la differenza nell`alfabeto

La gravità della dislessia può variare fra le lingue a seconda della loro complessità. A dirlo è uno studio dell`University of Honk Kong guidato da Wai Ting Siok e pubblicato su Current Biology secondo cui, a parità di gravità della patologia, i bambini cinesi che soffrono di dislessia hanno un disturbo più complesso di quelli inglesi.
La dislessia si presenta quando l`automatizzazione dell`identificazione della parola non si sviluppa o si sviluppa in maniera incompleta e con grande difficoltà, compromettendo la lettura e l`apprendimento. Per la lingua inglese la patologia consiste principalmente in un "disordine fonologico", ossia nella difficoltà nel riconoscere le singole lettere e nel tradurle in suoni, che può essere accompagnato da disturbi ortografici e deficit di elaborazione. Con la lingua cinese le difficoltà aumentano: in questa lingua, essendo basata su ideogrammi i cui singoli significati devono essere memorizzati in maniera meccanica, i disturbi ortografici caratteristici della dislessia raggiungono livelli massimi, associando quindi al disordine fonologico tipico della patologia un deficit visuospaziale più accentuato rispetto alle lingue alfabetiche - come l`inglese.

di eliana marinotti (26/10/2009)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.