Logo salute24

Il gene dei geni: mente agile e cervello protetto

Sarà il gene dei geni? Una ricerca tedesca pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences ha scoperto che una particolare mutazione genetica rende il cervello più agile, consente di elaborare dati e prendere decisioni più in fretta. Lo studio è importante non solo perché apre una breccia nell`ancora poco conosciuto funzionamento del cervello, ma soprattutto perché rappresenta una speranza per limitare gli effetti di alcuni disturbi come il Parkinson. Nei fortunati possessori di questa mutazione la felice condizione cognitiva coincide infatti con una maggiore attività nella corteccia prefrontale del cervello, attività probabilmente legata al metabolismo della dopamina, un ormone coinvolto in malattie come il morbo di Parkinson e la schizofrenia.
“Capire il funzionamento della dopamina – dicono gli autori del Max Planck Institute for Human Development di Berlino - potrebbe farci comprendere meglio i motivi per cui si verificano i danni cognitivi associati al Parkinson o ad altre malattie legate alle irregolarità di questa molecola". La mutazione (denominata Val/Val) ridurrebbe l`attività del gene Comt, in grado di scomporre la dopamina. In altre parole Val/Val agirebbe naturalmente come quei farmaci che inibiscono l`attività di Comt e sono già utilizzati proprio per il trattamento del Parkinson.   

di paolo fiore
Pubblicato il 26/10/2009

potrebbe interessarti anche: