X

Ti potrebbe interessare anche

Sesso: anche i molluschi low cost fanno bene

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Coppia-anziani1

"Over 60" senza tabu:
innamorato 1 su 2,
sesso fino a 80 anni

Sesso e amore nell`età d`argento non sono più un tabù. Un anziano su due dichiara di essere innamorato, per uno su cinque la sfera sessuale continua a rivestire un ruolo importante nella propria vita. Questa è la fotografia degli ultrasessantenni scattata dall`ottavo Rapporto Censis per Salute-la Repubblica presentato al convegno "Terza età", da Giuseppe Roma, direttore del Censis.
 "L`amore è una dimensione dell`anima che non ha età  - afferma Roma -.  Anche se invecchiando il nostro corpo necessita di maggiori cure e attenzioni, la socialità rappresenta uno dei migliori antidoti alla malattia, perché stimola la parte emotiva che contribuisce non solo a vivere più a lungo ma a farlo in salute". Il rapporto del Censis, conferma la terza età come una stagione attiva e ricca di esperienze. Il 60% degli ultrasessantenni, mostra una vitalità emotiva nella sfera dei sentimenti, di questi c`è chi si innamora (54,2%) e chi dichiara di poterlo fare se incontrasse la persona giusta (7%). Nessuna ansia da prestazione, per il 20,2%, la sfera sessuale fino agli ottant`anni continua a rappresentare un aspetto importante come nelle altre fasi della vita. Il tabù c`è sulle reazioni affettive, il 56, 1% non condivide che molte persone sopra ai 60 anni, anche famose, abbiano relazioni affettive con persone più giovani. Appartenere alla stessa generazione, secondo gli intervistati, è uno dei presupposti importanti nelle relazioni affettive. Il 47,3% ritiene inoltre irresponsabile la scelta di diventare genitori in età molto avanzata.
Nonostante l`età continuano a fare progetti di vita, a sessant’anni molte persone, lasciato il lavoro, si reinventano la vita, con nuovi progetti e tanti interessi. La vecchiaia diventa dunque un orizzonte sempre più lontano. Fanno ciò che vogliono fare, si sentono gratificati, tanto che l’85,8% degli intervistati sopra i 60 anni, in tutta Italia, giudica positivamente la propria vita attuale. Altruisti, con un forte senso della collettività e con un forte spirito civico: il 76, 2% ama aiutare i figli o i nipoti, il 74,1% adora passare il proprio tempo con gli amici, il 52,1% da soldi in beneficenza, il 48,4% aiuta le persone in difficoltà. "Benchè insicuri e coscienti delle proprie fragilità (71,4%) - conclude Roma - rappresentano un esempio di conoscenza, di comportamento etico e morale".

di eliana marinotti (23/10/2009)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.