Logo salute24

Crusca e pane integrale: la dieta che rafforza il sistema immunitario

Un`alimentazione ricca di fibre è in grado di fortificare le difese immunitarie. È quanto emerge da uno studio australiano condotto dai ricercatori del Garvan Institute of Medical Research e del Cooperative Research Centre for Asthma e Airways guidati da Charles Mackay e Kendle Maslowski e pubblicato su Nature, secondo cui il segreto è in un recettore antinfiammatorio, GPR43, in grado di legarsi agli acidi grassi a catena corta - già noti per la loro attività antinfiammatoria - generando una sorta di "barriera" immunitaria, e rafforzando quindi le difese dell`organismo.
Tutto dipende dalla fibre consumate: il recettore può spegnersi o accendersi, a seconda del tipo di alimentazione, determinando quindi il rafforzamento o l`indebolimento del sistema immunitario. Dallo studio emerge infatti che quando GPR43 è attivo, è in grado di bloccare i processi infiammatori nell`apparato digerente, mentre quando è spento le infiammazioni riescono a svilupparsi con più facilità.
Il ruolo della dieta, spiegano i ricercatori, per la prima volta viene considerato fondamentale nell`accensione o nello spegnimento della molecola antinfiammatoria: sono le fibre a tenerla attiva, e in particolare quelle insolubili, come la crusca. "L`idea che la dieta possa avere effetti significativi sulla risposta immunitaria o sulle malattie infiammatorie non è mai stata presa sul serio - spiega Mackay -. Crediamo che i cambiamenti nella dieta associati a stili di vita occidentali poco sani contribuiscano ad aumentare l`incidenza di asma, diabete di tipo 1 e di altre malattie autoimmuni. Ora abbiamo un nuovo meccanismo molecolare che potrebbe spiegare come la dieta sta colpendo il nostro sistema immunitario".

di Miriam Cesta
Pubblicato il 02/11/2009