Logo salute24

Malattie renali: il carbone protegge dalla cardiopatie

Trovare nella calza della befana il carbone vero, potrebbe far piacere a chi soffre di patologie renali, perché il minerale sarebbe in grado di proteggerne il cuore. È quanto emerge dallo studio presentato in occasione dell`American Society of Nephrology`s 42° Annual Meeting and Scientific Exposition tenutosi a San Diego, in California, dai ricercatori della Vanderbilt University di Nashville, in Tennessee (Usa), secondo cui il carbone potrebbe alleviare i disturbi cardiaci che spesso si riscontrano nei pazienti affetti da malattie renali.
La ricerca è stata condotta su un gruppo di topi geneticamente predisposti allo sviluppo dell`aterosclerosi e di malattie renali, ai quali è stato somministrato l`Ast-120, una forma di carbone attivo che si assume per via orale. Dai risultati è emerso che il trattamento ha contrastato le infiammazioni dei vasi sanguigni, determinando una riduzione drastica delle cardiopatie.
"Il nostro studio - spiega Valentina Kon, ricercatrice della Vanderbilt University - ha dimostrato che la somministrazione di carbone attivo per via orale può ridurre le lesioni aterosclerotiche nei topi affetti da disturbi renali, e, inoltre, rappresenta un importante passo avanti per la ricerca contro le cardiopatie che vi sono associate".

di nadia comerci
Pubblicato il 05/11/2009