Logo salute24

Distrofia, nuova cura a base di cellule ogm

Iniezioni di cellule geneticamente modificate per la cura dei muscoli distrofici a uno stadio avanzato della malattia: oggi sembra possibile. La terapia, sperimentata con successo sui topi, si basa sull’azione di alcune cellule che, iniettate nel muscolo malato, ne eliminano il tessuto cicatriziale per poi predisporlo alla rivascolarizzazione.
Attraverso questa procedura il muscolo, anche se affetto da una forma di distrofia grave, è quindi pronto per accogliere le usuali terapie contro la malattia, potenziandone al massimo l’efficacia. Con questa nuova terapia anche i malati di distrofia muscolare a uno stadio avanzato hanno quindi una speranza in più di vedere migliorate le proprie condizioni di vita.
Lo studio, condotto dai ricercatori del San Raffaele Biomedical Park Foundation di Castel Romano, in provincia di Roma, è stato sperimentato sui topi dall’équipe di Giulio Cossu, docente di istologia all`Università di Milano e direttore dell`Istituto Cellule staminali del San Raffaele di Milano. Finanziata da Parent Project Onlus, Bmw, Afm (Association Francaise contre les Myopathies), Ministero della Salute e Comunità Europea, la ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Medicine.

di
Pubblicato il 01/09/2008