Logo salute24

Calvizie: le domande/2 I farmaci, e dopo? I consigli dell’esperto

Le domande dei lettori. Le risposte dello specialista. Focus sulla calvizie, seconda puntata: dalle cure per arrestare la caduta dei capelli, ai chiarimenti sull`autotrapianto. Quali le novità sul fronte della chirurgia plastica? Le illustra il professor Pietro Lorenzetti, chirurgo plastico, ricostruttivo ed estetico, direttore scientifico del Villa Borghese Institute di Roma, che dalle pagine dello specialista risponde alle domande poste dai lettori. L`indirizzo è chirurgoestetico-salute24@ilsole24ore.com
Quali sono le cure per bloccare o rallentare l’avanzare della calvizie?
La calvizie è una patologia che può essere bloccata solo dall’uso di una molecola chiamata finasteride. È un farmaco il cui uso continuativo può ridurre la perdita dei capelli. Non ci sono altre molecole o altre metodiche valide. Si tratta di un trattamento da applicare sulla cute (localmente) per lunghi periodi, capace di rallentare la perdita e favorire la ricrescita. I risultati sono piuttosto soddisfacenti. 
Cinque miti sulla calvizie. Guarda la fotogallery
Si dice che i capelli trapiantati non cadano perché immuni da DHT (l`ormone che provoca la miniaturizzazione dei follicoli) ma ho sentito diversi pareri medici che ritengono che nel tempo sono soggetti a cadere nuovamente nella maggior parte esattamente come i propri: è vero ?
Le hanno dato una informazione scorretta. I capelli che vengono trapiantati dalla zona donatrice hanno una struttura che non permette la caduta una volta trapiantati. Questo perché i capelli prelevati dalla nuca sono quelli che dal punto di vista ormonale sono più resistenti agli effetti del testosterone.
Mi risulta che con le attuali tecniche si prelevi una striscia da parietale a parietale in caso di calvizie avanzata, e così?
E` così, se c’è una necessità di un prelievo così ampio. La tecnica chirurgica consiste nel prelievo di una striscia di cuoio capelluto dalla sede occipitale, e nella successiva dissezione al microscopio della striscia in frammenti più piccoli fino ad arrivare al singolo bulbo pilifero.Successivamente i singoli bulbi sono impiantati nella sede desiderata uno ad uno per ottenere un risultato il più naturale possibile. Il prelievo della striscia di cuoio capelluto è suturato con una tecnica specifica che rende la cicatrice invisibile.
Pazienza e prodotti giusti: il segreto per capelli sani. Guarda la fotogallery
In caso di avanzare della calvizie successivamente a Hairs Transplant, se non fosse possibile fare altri interventi come è possibile mascherare la cicatrice? 
L’unico modo di mascherare la cicatrice è mantenere i capelli almeno di circa mezzo centimetro. La cicatrice ovviamente può risultare visibile se i capelli si radono a zero, ma ovviamente un taglio estremamente corto è uno stratagemma a cui ricorrono coloro che hanno pochissimi capelli. Chi ha beneficiato di un trapianto preferisce tenere i capelli di una lunghezza moderata con l’effetto di mascherare la cicatrice. Va detto comunque che in caso la calvizie progredisca in maniera significativa, una visita specialistica può valutare l’opportunità di un nuovo intervento. 
Yogurt, ceci e fagioli: ecco il menu anti-calvizie. Guarda la fotogallery

di cosimo colasanto
Pubblicato il 03/02/2010

potrebbe interessarti anche: