Logo salute24

Sesso: non solo ormoni, il segreto è nel cervello

La chiave d`accesso alla sessualità? Non si trova negli ormoni, ma nel cervello. A dirlo è il risultato di una ricerca condotta dall`Università della California del Sud (USC) e dall`Università di Yale a seguito di un`indagine sulla vita sessuale delle donne sopravvissute al tumore all`utero, a causa del quale avevano subito l`asportazione chirurgica degli organi riproduttivi.
La rimozione delle ovaie, secondo quanto riportato nel numero di luglio del “Journal of Women`s Health”, tende a determinare la riduzione della circolazione del testosterone, ormone fondamentale nella sessualità (sia maschile che femminile). Anche la stessa procedura dell`isterectomia (che consiste nell`asportazione dell`utero) produce effetti dannosi sull`immagine che le donne hanno di sé. E dunque sulla loro qualità della vita, inclusa l`attività sessuale. Nello specifico, però, lo studio, che ha visto coinvolto un campione di 179 donne tra i 29 e i 69 anni nel periodo successivo (dai sei ai ventotto anni) alla diagnosi del cancro, dimostra il contrario.
È emerso infatti come le donne che hanno subito la rimozione delle ovaie manifestano soddisfazione sessuale anche in assenza degli ormoni sessuali fondamentali. Otto su dieci sono sessualmente attive. Più dell`80% ha affermato di avere desideri sessuali “qualche volta”, “quasi sempre” o “sempre”. Nelle donne che hanno subito l`intervento di isterectomia, inoltre, non è stato registrato alcun calo del desiderio rispetto alle donne che non lo hanno subito. “Questo mette in evidenza – commenta Howard Greenwald, professore della USC – l`importanza dei componenti non ormonali nella sfera sessuale. L`elemento chiave della sessualità non va cercato tanto nella biologia quanto nella psicologia”.

di lidia baratta
Pubblicato il 01/09/2008