Logo salute24

Sob, slurp, sob Umore giù prima e dopo il cioccolato?

Ricorrere ad una barretta di cioccolato quando ci si sente un po` giù è una pratica diffusa, ma se fosse proprio il cacao a far venire la depressione? È la domanda che si sono posti i ricercatori dell`Università della California di San Diego, che, in uno studio pubblicato su Archives of Internal Medicine, che hanno scoperto l`esistenza di una correlazione tra il consumo del delizioso alimento e "l`inclinazione alla tristezza".
Nel corso della ricerca, condotta su 931 soggetti di entrambi i sessi affetti da diabete mellito o disturbi coronarici, gli studiosi hanno osservato che i partecipanti che mostravano sintomi di depressione consumavano in media 8,4 porzioni di cioccolato al mese, mentre chi non soffriva di cali d`umore ne assumeva circa 5,4 dosi. Secondo gli esperti, i risultati mostrano che una correlazione tra il consumo regolare di cacao e il disturbo depressivo esiste, ma occorre indagare ulteriormente per capire se il cioccolato rappresenti una forma di "auto-terapia" oppure un causa dell`abbassamento dell`umore.
"Lo studio conferma la nostra ipotesi che quando la gente si sente giù tende a mangiare la cioccolata - spiega Beatrice Golomb, che ha guidato lo studio -. Resta da comprendere se l`alimento diminuisca o intensifichi la depressione".

di nadia comerci
Pubblicato il 27/04/2010