X

Ti potrebbe interessare anche

Mal di schiena, la lombalgia è la prima causa di disabilità al mondo

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Pass_invalidi1

Agevolazioni auto:
Agenzia delle Entrate
spiega come per i disabili

Con circolare del 23 aprile scorso, l`Agenzia delle Entrate risponde ad alcuni quesiti sulle agevolazioni fiscali in favore dei disabili. Di seguito il chiarimento sulla certificazione che attesta l`impossibilità a deambulare in modo autonomo o senza l`aiuto di un accompagnatore utile per l`acquisto di veicoli senza vincoli di adattamento.
D: Possono beneficiare delle agevolazioni fiscali per l’acquisto di veicoli i soggetti con grave limitazione della capacità di deambulazione in possesso di una certificazione di invalidità civile attestante specificatamente “l’impossibilità a deambulare in modo autonomo o senza l’aiuto di un accompagnatore”?
R: Per quanto concerne i soggetti disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione, o pluriamputati, con circolare 11 maggio 2001, n. 46, in merito alla certificazione necessaria per poter fruire dei benefici fiscali per l’acquisto del veicolo senza vincoli di adattamento, è stato richiesto il verbale di accertamento dell’handicap emesso dalla commissione medica presso la ASL di cui all’art. 4 della legge n. 104 del 1992, dal quale risulti che il soggetto si trova in situazione di handicap grave ai sensi dell’art. 3 della legge n. 104 del 1992, derivante da patologie (ivi comprese le pluriamputazioni) che comportano una grave limitazione permanente della deambulazione.
Si deve ritenere che lo stato di handicap grave, comportante una limitazione permanente della capacità di deambulazione, può essere documentato da una certificazione di invalidità, rilasciata da una commissione medica pubblica, attestante specificatamente “l’impossibilità a deambulare in modo autonomo o senza l’aiuto di un accompagnatore”, semprechè il certificato di invalidità faccia esplicito riferimento anche alla gravità della patologia. È possibile, pertanto, prescindere dall’accertamento formale della gravità dell’handicap da parte della commissione medica di cui all’art. 4 della legge n. 104 del 1992.

di cosimo colasanto (12/05/2010)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.