Logo salute24

Rigore a destra o sinistra? Il dilemma del portiere sciolto dal computer

Per i portieri la lotteria dei rigori non è una scommessa al buio. Nella frazione di secondo in cui il piede del calciatore avversario colpisce la palla, il corpo tradisce le sue intenzioni e gli estremi difensori sanno se tuffarsi a destra o a sinistra. E non lo fanno a caso, puntando sulla fortuna", spiega Gabriel J. Diaz, ricercatore del Rensselaer Polytechnic Institute, negli Usa, che ha registrato migliaia di tiri avvalendosi di 40 sensori, gli stessi che si utilizzano per i film di animazione, collocati su 19 punti del corpo, dalla testa ai piedi. Grazie a questo sistema è stato possibile identificare il linguaggio del corpo dei calciatori: tre dei 15 micro-movimenti individuati sono essere "spie" attendibili della direzione che prenderà il pallone. Resta da scoprire, ammette Diaz, perché alcuni portieri sono più abili di altri nel decifrare questi messaggi nascosti e parare i tiri più difficili.
"Ci sono dei segnali del corpo che si ripetono - spiega Diaz -. Ad esempio, quando si sposta la posizione del piede per nascondere la direzione del tiro l`angolo di sostegno cambia e per mantenere l`equilibrio si deve usare il braccio". Il corpo non mente e avendo a disposizione questo codice si potrebbero, a detta dello studioso, allenare i portieri a parare più tiri.

di cosimo colasanto
Pubblicato il 05/07/2010