Logo salute24
01-07-2010

Sensibilità Chimica Multipla La scheda: le norme


Il disegno di legge prevede una serie di interventi volti a favorire il normale inserimento nella vita sociale dei soggetti affetti da sensibilità chimica multipla (MCS).

Cure. La MCS viene riconosciuta malattia sociale. Le Regioni sono tenute a promuovere presso le unità di pronto soccorso l’adozione di specifici protocolli di ospedalizzazione, come pure all’istituzione di un centro regionale di riferimento per la diagnosi e la cura;

Ai pazienti viene garantita l’erogazione dei farmaci, degli integratori e degli ausili terapeutici;

Il ddl predispone anche la possibilità per i pazienti di usufruire di visite domiciliari per indagini specialistiche o di laboratorio e per terapie odontoiatriche, e l`erogazione, da parte del Servizio sanitario nazionale, di trattamenti di riabilitazione motoria, agopuntura, ossigenoterapia e terapia con camera iperbarica;

Contributi per alimenti. Il ddl prevede il riconoscimento di un contributo (le cui modalità di richiesta devono essere fissate con decreto del Ministro della salute) per l`acquisto di cibi e prodotti per la pulizia specifici, per ovviare ai maggiori costi sostenuti rispetto all`utilizzo di prodotti di largo consumo;

Diritto al lavoro, studio, voto. Si stabiliscono norme per l’effettiva tutela del diritto all’abitazione (ogni regione prevede specifici interventi di edilizia pubblica), al lavoro e allo studio, ma anche a partecipare a concorsi pubblici o privati, mediante la predisposizione di ambienti bonificati;

Fissate anche regole per garantire ai soggetti affetti da MCS l’esercizio del voto per corrispondenza.

potrebbe interessarti anche: