Logo salute24

Contro l’influenza presto un supervaccino

Riaperta la caccia all`influenza. E arrivano subito buone notizie. Gli scienziati della Oxford University stanno testando infatti un vaccino di nuova generazione capace di attaccare tutte le forme di virus e di proteggere per ben cinque anni da febbre e raffreddore.
Ogni anno in autunno il virus influenzale assume forme e nomi nuovi (cinese, australiana). Questo è ciò che rende difficile la sua caccia. E i ricercatori sono puntualmente pronti a braccarlo per intrappolarlo, studiarlo e poi annientarlo: a seconda della forma che il virus assume, creano l`arma per combatterla. Il vaccino di nuova generazione sarebbe invece universale, cioè capace di attaccare tutti i ceppi e le forme del virus. Il merito è di una proteina, meno sensibile alle mutazioni e quindi in grado di fare da scudo a tutte le diverse forme influenzali. In questo modo, anziché aspettare che la nuova forma del virus venga ogni anno isolata e poi studiata per essere combattuta, si possono cogliere di sorpresa tosse e starnuti colpendoli in anticipo.
Le proteine che si trovano nella parte esterna delle forme virali rappresentano la parte del virus che muta ogni anno. Solo una proteina interna al virus resta sempre uguale: il nuovo vaccino insegnerebbe quindi alle nostre cellule che è proprio questa la proteina da annientare. Per cui, che sia cinese, russa o australiana, qualsiasi forma influenzale che tenterà di entrare nel nostro organismo verrà attaccata dalle cellule addestrate.
“Saremo finalmente in grado di proteggere i bambini – dice Sarah Gilbert, che coordina la ricerca – e otterremo benefici economici risparmiando la malattia alle persone in età lavorativa. Facendo stare bene loro, aiuteremo gli anziani, che rispondono meno alla vaccinazione”. Il vaccino verrà testato su dodici volontari, “ma – dicono i medici di Oxford – prima di mettere in circolazione il vaccino universale dobbiamo completare tutte le tappe della sperimentazione”.
Le novità sulla sperimentazione arrivano poco dopo l`allarme, lanciato dal governo inglese, di una possibile pandemia influenzale che potrebbe colpire 750 mila bambini sotto i cinque anni e mandare nel caos il servizio sanitario nazionale. Il Governo inglese ha annunciato che una tale pandemia potrebbe essere la più grande minaccia che la Gran Bretagna sarebbe costretta ad affrontare. Più di qualsiasi minaccia terroristica. Arriverà in tempo il nuovo supervaccino?

di
Pubblicato il 23/09/2008