Logo salute24

Sclerosi multipla, arriva un nuovo farmaco

Una nuova speranza per i malati di sclerosi multipla: uno studio internazionale condotto da medici italiani ha evidenziato ottimi risultati nelle prime due fasi di sperimentazione di un nuovo farmaco, il laquiminod. Il medicinale, sviluppato negli Stati Uniti, agirebbe sul sistema immunitario prevenendo l`attacco delle cellule nervose.
Durante la ricerca, guidata da Giancarlo Comi, professore di neurologia all`Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, gli studiosi hanno somministrato giornalmente a 376 individui affetti da sclerosi multipla due dosi differenti di laquiminod: nei pazienti che hanno assunto la dose da 3 milligrammi non è stato riscontrato alcun beneficio, mentre tra coloro ai quali era stato somministrato un dosaggio doppio, pari a 6 milligrammi, si è assistito a una diminuzione delle lesioni cerebrali quasi del 50% . Entrambe le quantità sembrano comunque essere ben tollerate e non mostrano complicazioni cardiache. 
“Un grande vantaggio del laquiminod – ha concluso Comi – è che può essere assunto per bocca. Tutte le terapie oggi conosciute sono invece iniettabili”.
I risultati sono così incoraggianti da spingere l`équipe italiana ad avviare una nuova fase di sperimentazione: durerà due anni e coinvolgerà mille pazienti affetti da sclerosi multipla. Se tutto andrà come previsto, il farmaco potrebbe essere disponibile per uso clinico entro tre anni.  
<!-- @page { size: 21cm 29.7cm; margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

di paolo fiore
Pubblicato il 25/09/2008