Logo salute24

Dna, un campo magnetico monitora i cambiamenti

Il Dna danneggiato ha la capacità di rigenerarsi, e adesso è possibile assistere in tempo reale alla riparazione. Un gruppo di ricercatori del Kavli Institute of Nanoscience a Delft in Olanda, infatti, durante un esperimento ha potuto osservare una molecola di Dna che si riparava in modo spontaneo.
Il meccanismo naturale, definito "ricombinazione omologa", avviene ogni volta che una componente dell’acido desossiribonucleico viene lesa. I danni al Dna possono accadere di frequente, e possono coinvolgere un singolo nucleotide  o comportare la rottura totale della struttura.
Le lesioni hanno origini diverse:  possono essere causate dall’esposizione a radiazioni ultraviolette o ai raggi X, oppure possono verificarsi durante la divisione cellulare.
Gli scienziati sono riusciti a creare un campo magnetico, all’esterno del quale sono stati in grado di muovere e ruotare la molecola di Dna in modo controllato. In questo modo sono stati i primi a seguire, in tempo reale, il processo di riparazione dei filamenti che racchiudono il genoma umano.

di paolo fiore
Pubblicato il 25/09/2008