X

Ti potrebbe interessare anche

La rinite allergica nel bambino? Ecco come comportarsi

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Piscina1

Piscina e bambini,
il cloro fa male ai polmoni

È risaputo che il nuoto sia salutare per i bambini in via di sviluppo. Tuttavia, è meglio se lo praticano al mare. I ragazzi che trascorrono molto tempo in piscina hanno, infatti, maggiori probabilità di sviluppare malattie respiratorie.
Diversi studi hanno scoperto la correlazione tra una prolungata esposizione al cloro e l`insorgere dell`asma. L`ultima è stato realizzato dai ricercatori della Catholic University di Louvain a Bruxelles, guidati dal tossicologo Alfred Bernard, che ha dimostrato come anche le piscine all`aperto siano pericolose per i polmoni dei ragazzini.
I ricercatori hanno esaminato un campione di circa 847 studenti di 15 anni, informandosi sulla loro esposizione ad agenti che possono provocare l`asma, quali il fumo, il pelo degli animali domestici, l`inquinamento e il tempo che sono soliti trascorrere in piscina. Dall`analisi è risultato che per il 50% dei bambini il rischio che sviluppassero una predisposizione all`asma era direttamente correlato alla quantità di tempo trascorso in una piscina. È emerso che i bambini che frequentavano la piscina con maggiore assiduità - un`ora a settimana per 10 anni - hanno sviluppato una predisposizione maggiore di cinque volte allo sviluppo dell`asma, rispetto ai giovani che non avevano mai nuotato in una piscina.
"I bambini sono a maggior rischio - spiega Bernard -  perché, nuotando, deglutiscono accidentalmente, in quantità maggiore rispetto agli adulti, acqua che s`insinua nelle vie respiratorie, quando i loro polmoni sono ancora in via di sviluppo". Inoltre lo studio ha dimostrato che al contrario di quanto si riteneva, le piscine all`aperto sono pericolose come e più di quelle al coperto, perché i vapori nocivi rimangono sulla superficie dell`acqua, non si disperdono.

di nadia comerci (26/09/2008)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.