Logo salute24

Volanti intelligenti e sensori tattili a prova di disabilità

Ingegneri americani hanno messo a punto un volante corredato da dispositivi tattili che attraverso le dita indicano quando è il momento di cambiare direzione. L’applicazione sviluppata dall’Università dello Utah, inizialmente pensata per chi è distratto dalle conversazioni telefoniche e rischia di sbagliare strada, potrebbe aiutare anche chi ha problemi di udito e di vista. Due cuscinetti di gomma morbida con piccoli rilievi suggeriscono al guidatore dove e quando girare sollecitando i polpastrelli. “Abbiamo unito semplicemente due tecnologie già esistente per crearne una che ancora non esisteva”, spiega  William Provancher, ingegnere meccanico del team ha ideato il dispositivo presentato durante l’ultimo congresso della Ergonomics Society. La sperimentazione su 19 volontari, 6 donne e tredici uomini, è stata incoraggiante. Messi alla prova con in simulatore, il 97,2% è riuscito a muoversi correttamente grazie allo stimolo tattile. Le cose cambiano quando si è al telefono, prova che parlare in auto può rivelarsi pericoloso oltre che tradursi in una perdita di orientamento. L’affidabilità della segnalazione tattile era invariata se si stava comunicando, mentre se si era all’ascolto di un’altra persona crollava al 74%. Gli scenari, avvertono i ricercatori, sono molteplici. Non solo per il mercato delle auto in generale, ma soprattutto come sussidi alla guida per i disabili.

di cosimo colasanto
Pubblicato il 15/10/2010