Logo salute24

Camminare porta salute: protegge il cervello e aiuta la memoria

Camminare protegge la memoria dal deterioramento: a sostenerlo è un nuovo studio condotto dai ricercatori dell`University of Pittsburgh (Usa) guidati da Kirk Erickson e pubblicato su Neurology, da cui emerge che passeggiare una decina di chilometri a settimana aiuta a mantenere giovane, oltre che il fisico, anche il cervello.
I ricercatori hanno seguito le abitudini di 299 persone senza demenza, registrando il numero di isolati della città che i soggetti percorrevano a piedi ogni settimana: dopo 4 anni i ricercatori hanno misurato il volume cerebrale dei partecipanti all`esperimento scoprendo che chi aveva camminato almeno 72 isolati a settimana, ovvero tra i 10 e i 15 chilometri, aveva un volume maggiore di materia grigia. Tra i 116 volontari che, alla fine dell`esperimento, hanno sviluppato deterioramento cognitivo o demenza (cioè il 40%), i ricercatori hanno scoperto che coloro che camminavano di più avevano problemi di memoria dimezzati rispetto ai loro coetanei. L`esercizio non fa quindi bene solo alla salute fisica: "Il movimento regolare in tarda età può migliorare la salute del cervello e le capacità di pensiero e di memoria - conclude Erickson -. Questi risultati dovrebbero incoraggiare la pianificazione di programmi di attività fisica per gli anziani: un approccio in più per prevenire la demenza e il morbo di Alzheimer".

di Miriam Cesta
Pubblicato il 28/10/2010

potrebbe interessarti anche: