X

Ti potrebbe interessare anche

Il peperoncino allunga-vita, «stoppando» il dolore

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Coppia-felice

Amore antidolorifico:
stimola dopamina,
è meglio dei farmaci

L`amore può alleviare il dolore alla pari dei farmaci antidolorifici: è quanto emerge da uno studio pubblicato su PLoS ONE da un gruppo di ricercatori guidati da Sean Mackey della Stanford University Medical Center. "Quando si pensa al proprio amato - spiega Arthur Aron, uno degli autori dello studio - viene attivata, nel cervello, la zona deputata alla ricompensa, la stessa che si illumina quando si assume cocaina o quando si vincono un sacco di soldi".
I ricercatori hanno reclutato 15 studenti (otto donne e sette uomini). A ognuno è stato chiesto di portare foto di persone care e di sconosciuti ugualmente attraenti: i ricercatori hanno poi sottoposto i volontari a stimoli termici alle mani mentre mostravano loro le immagini delle persone amate e degli sconosciuti. Dagli scanner cerebrali effettuati durante l`esperimento è emerso che le foto delle persone care erano in grado di lenire il dolore, a differenza delle immagini dei soggetti non conosciuti.
"Abbiamo scoperto che le aree del cervello attivate dall`amore sono le stesse su cui agiscono i farmaci utilizzati per ridurre il dolore - spiega Mackey -. Quando le persone provano un sentimento d`amore, nel loro cervello non avvengono alterazioni significative che influiscono sulla sensazione dolorosa perché l`amore attiva i sistemi di ricompensa nel cervello che coinvolgono la dopamina, un neurotrasmettitore che influenza umore, ricompensa e motivazione".

di Miriam Cesta (22/10/2010)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.