Logo salute24

Cinque porzioni di frutta e verdura non bastano contro il cancro

È uno dei ritornelli più ripetuti tra le regole del “mangiar sano”, ma attenzione, avvertono i medici britannici, mangiare cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno non proteggerà come uno scudo dal cancro. A scriverlo sul British Journal of Cancer Tim Key e colleghi dell’Università di Oxford. “Frutta e verdura sono una parte importante di una dieta sana e una buona fonte di nutrienti - premettono i ricercatori -, ma i dati in nostro possesso non dimostrano che mangiare maggiori quantità di frutta e verdura offra una protezione in più contro il cancro”. Anzi, sottolineano i ricercatori: un’alimentazione “verde” può essere vissuta da alcune persone come un alibi per poi rimpinzarsi di cibi grassi o continuare a fumare e bere alcolici, questi sì veri nemici della salute. “C'è una forte evidenza scientifica - sentenziano i medici - che dimostra che, dopo il fumo, sovrappeso e alcool sono i più grandi fattori di rischio per il cancro".

I dati parlano chiaro: il fumo fa schizzare le probabilità di ammalarsi di cancro di 50 volte, mentre, stando ai dati snocciolati dagli esperti d’Oltremanica, mangiare più frutta e verdura può tagliare il rischio al massimo del 10%. Si tratta di un beneficio non trascurabile, confermano i ricercatori, ma nulla in confronto alla necessità di raccomandare morigeratezza nelle quantità di cibo e alcolici consumati.

di Cosimo Colasanto
Pubblicato il 07/12/2010