Logo salute24

Con vita sociale attiva si invecchia meglio

Durante la terza età, frequentare regolarmente altre persone potrebbe aiutare a mantenersi attivi e migliorerebbe il benessere mentale. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Journals of Gerontology Series B: Psychological Sciences and Social Sciences dai ricercatori dell’Università del Texas di Austin (Usa), secondo cui gli anziani che interagiscono spesso non solo con familiari e amici intimi, ma anche con conoscenti, fornitori di servizi ed estranei, avrebbero maggiori probabilità di muoversi di più, trascorrere meno tempo seduti, sperimentare stati d'animo positivi e meno sentimenti negativi.

 

La ricerca ha coinvolto oltre 300 persone di età superiore a 65 anni che vivevano nell'area metropolitana di Austin. Gli autori hanno chiesto ai partecipanti di riportare le attività svolte e le relazioni sociali intrattenute ogni tre ore per circa una settimana. Inoltre, li hanno incaricati d’indossare dei dispositivi elettronici per monitorarne l’attività fisica. Al termine dell’indagine, è emerso che nei periodi in cui i i volontari svolgevano attività sociali, come incontrare degli amici o parlare con altre persone, erano anche impegnati a eseguire altri compiti, come uscire di casa, camminare o fare shopping. Tendevano anche a praticare più movimento e a trascorrere meno tempo seduti.

 

I risultati dello studio, secondo i ricercatori, suggeriscono che intrattenere dei rapporti sociali con altre persone – non solo con i parenti e gli amici più stretti – potrebbe avere un impatto positivo sulla salute degli anziani, perché li stimolerebbe a essere fisicamente più attivi e meno sedentari. Inoltre, ne aumenterebbe anche il benessere mentale, riducendo le probabilità di sperimentare sentimenti ed emozioni negative.

 

“Con il passare degli anni gli adulti spesso diventano fisicamente meno attivi e più sedentari, e questi comportamenti rappresentano un fattore di rischio per le malattie e la morte - sottolinea Karen Fingerman, che ha guidato lo studio -. È difficile convincere le persone ad andare in palestra o ad allenarsi regolarmente. Ma potrebbero essere disposte ad andare a trovare dei conoscenti, a partecipare a un evento di gruppo o a parlare con il barista che le serve nella loro caffetteria preferita. La socializzazione in questi contesti può aumentare anche l'attività fisica e l’adozione di comportamenti diversi, attraverso modi che arrecano vantaggi alla salute senza che prevedano necessariamente di sudare”.

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 26/02/2019

potrebbe interessarti anche: