Logo salute24

Regolare la flora intestinale combatte gli effetti dell'ansia

Modificare la composizione del microbiota intestinale potrebbe aiutare a ridurre l’ansia. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista General Psychiatry dagli scienziati della Shanghai Jiao Tong University School of Medicine di Shanghai (Cina), secondo cui per alleviare gli stati ansiosi potrebbe essere utile cambiare dieta e assumere i probiotici.

 

Nel corso dell’indagine, gli autori hanno analizzato i risultati di 21 ricerche che avevano coinvolto complessivamente 1.503 persone e che avevano testato l’efficacia degli interventi diretti a regolare il microbiota intestinale. In particolare, 14 studi avevano esaminato gli effetti dell’assunzione dei probiotici, mentre 7 avevano utilizzato metodi alternativi, come la modifica della dieta. Al termine dell’analisi è emerso che 11 indagini su 21 (il 52%) hanno dimostrato che regolare la flora intestinale ha un effetto positivo sui sintomi dell'ansia. Più di un terzo (36%) dei 14 studi che avevano esaminato gli effetti dei probiotici ha evidenziato che questi microrganismi aiutano a ridurre l'ansia. Mentre 6 delle altre 7 ricerche hanno dimostrato che gli altri approcci non basati sull’impiego dei probiotici avevano un tasso di efficacia pari all'86% nell’alleviare gli stati ansiosi.

 

Gli esperti ritengono che gli interventi alternativi all’assunzione dei probiotici sono apparsi significativamente più efficaci di quelli che ne prevedevano l’uso, perché il cambiamento della dieta avrebbe un impatto maggiore sulla crescita dei batteri intestinali rispetto all'introduzione di specifici tipi di microrganismi. Inoltre, dato che alcuni studi hanno comportato l'introduzione di differenti tipi di probiotici, i ricercatori reputano possibile che i batteri buoni abbiano combattuto gli uni contro gli altri e che questo ne abbia ridotto l’effetto benefico. Infine, osservano che la durata di alcuni esperimenti potrebbe essere stata troppo breve per aumentare significativamente la presenza nell’intestino dei batteri buoni. In ogni caso, gli scienziati sottolineano che la maggior parte degli studi non ha riportato eventi avversi gravi e che solo in quattro casi sono stati rinvenute complicanze lievi come la secchezza delle fauci e la diarrea.

 

“Più della metà degli studi ha dimostrato che regolare il microbiota intestinale aiuta ad alleviare i sintomi dell'ansia – affermano i ricercatori -. Esistono due tipi di interventi (con o senza i probiotici) per regolare il microbiota intestinale, e va sottolineato che gli approcci che non prevedono l’uso dei probiotici erano più efficaci degli altri. Ma sono necessari ulteriori studi per comprendere le cause di questo fenomeno. Possiamo quindi prendere in considerazione la regolazione della flora intestinale come metodo per alleviare i sintomi dell'ansia”.

 

Foto: © barmaleeva - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 22/05/2019

potrebbe interessarti anche: