Logo salute24
27-05-2019

Alterazione del Dna legata a diabete di tipo 2



Identificato un collegamento tra rare alterazioni del Dna e il diabete di tipo 2. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Nature da un gruppo di ricerca internazionale diretto da Jason Flannick dell’Harvard Medical School di Boston, che afferma: “Ora abbiamo un quadro aggiornato del ruolo delle variazioni rare del Dna nel diabete. Queste varianti rare potrebbe costituire una risorsa molto più preziosa di quanto si credesse in precedenza per lo sviluppo di nuovi farmaci. Possiamo effettivamente rinvenire prove della loro associazione patologica in molti geni che potrebbero essere presi di mira da nuovi medicinali o studiati per comprendere i processi fondamentali che sono alla base della malattia”.


Gli autori hanno analizzato il genoma di 45.231 persone di origini europee, afroamericane, ispaniche e asiatiche. Nello specifico 20.791 partecipanti soffrivano di diabete di tipo 2, mentre gli altri 24.440 erano non diabetici. Dopo aver esaminato i geni che codificano le proteine, gli scienziati hanno individuato rare alterazioni del Dna collegate al diabete di tipo 2. In particolare, hanno scoperto che le varianti rare di quattro geni sarebbero in grado d’influenzare il rischio di sviluppare la malattia.


Sulla base dei risultati ottenuti, i ricercatori ritengono che probabilmente centinaia di altri geni collegati al diabete di tipo 2 saranno identificati in futuro. Nel frattempo, sottolineano che i geni individuati e le proteine ​​che essi codificano rappresentano potenziali bersagli per nuovi farmaci e potrebbero aiutare gli scienziati a comprendere meglio e a curare la malattia.

potrebbe interessarti anche: