Logo salute24

Doctor House esiste davvero: i 7 casi più difficili

Il Dottor House esiste davvero: si chiama William Gahl, è un tranquillo signore di 58 anni e alla vita da scapolo impenitente del suo alter ego televisivo preferisce la moglie Mary e i quattro figli. Come il burbero medico della serie, il suo mestiere è dare la caccia alle malattie rare, con una convinzione di fondo: di sicuro "non è lupus", direbbe Dr House. La caccia al sintomo bizzarro, al bacillo meno "famoso", alla diagnosi più imprevedibile, inizia da qui.
Dopo la laurea al Massachusetts Institute of Technology, Gahl entra nel 1981 al National Istitutes of Health, dove guida l`Undiognased Diseases Program, un progetto  mirato all`individuazione e la cura di patologie “misteriose”. Come conferma lo stesso Gahl in un`intervista rilasciata a NewScientist, ce ne sono di bizzarre:
Allergia all`acqua: alcuni individui sono intolleranti all`acqua. La possono bere, ma bastano pochi minuti sotto la doccia per causare eruzioni cutanee e prurito. L`origine di questa condizione è ancora sconosciuta, ma potrebbe derivare da una eccessiva sensibilità alla concentrazione degli ioni nell`acqua.
Individui-chimera: un caso rarissimo e avvolto ancora da fitto mistero scientifico. Cosa potrebbe provare una madre che, dopo il parto, scopre dalle analisi del dna che non è la madre biologica del bambino? La biologia non ha ancora risposte precise, ma si ipotizza uno sdoppiamento di "linee genetiche". In questi rarissimi casi la donna è una chimera, cioè un mix tra due individui: nel suo sangue sopravvive un “gemello” mai nato, che porta con sé il patrimonio genetico sconosciuto.
Sindrome dell`accento straniero: andare a letto parlando un perfetto italiano e svegliarsi parlando con forte accento straniero. Il caso più noto è quello di una donna norvegese che al risveglio ha sfoderato un impeccabile accento tedesco. Si pensa che il disturbo non abbia origini psicologiche, piuttosto neurologiche, ma nessuno è riuscito ancora a spiegare come mai si riesca a parlare sfoderando un accento mai sentito prima.
Disturbo di Morgellons: i pazienti hanno prurito, fitte dolorose, piaghe e hanno la sensazione di essere assaliti dai parassiti. Di cui, però non c`è nessuna traccia. L`ipotesi più accreditata è che si tratti di infezione da Agrobacterium, parassita che di solito attacca le piante, ma pare non disdegni gli umani.
Pazzia di Re Giorgio: il Re d`Inghilterra Giorgio III passò dal trono alla camicia di forza. I suoi attacchi di pazzia furono imputati a una malattia rara ed ereditaria, la porfiria. I ricercatori hanno, però, scoperto che la predisposizione verso questa patologia era stata stimolata dall`anomala quantità di arsenico presente nel sangue reale.
Dito putrido: un solo caso registrato. Un ventinovenne, dopo essersi punto un dito con un osso di pollo, ha avuto una disgustosa infezione, che emanava un odore insopportabile. La causa non è stata mai compresa.
Uomo-albero: con braccia e gambe che sembrano rami, Dede, un indonesiano di Java, sembrava essere mezzo uomo e mezzo albero. Dopo lunghe ricerche, la soluzione. La colpevole era meno misteriosa di quanto si credesse: una rara deficienza immunitaria che ha causato il papillomavirus e le conseguenti verruche "ramificate".

di paolo fiore
Pubblicato il 18/12/2008