Logo salute24

«Voglie» in gravidanza una tentazione per tutte

Gelati, ghiaccioli, cioccolato, frutta: sono questi gli alimenti in cima ai pensieri e alle “voglie” delle donne in dolce attesa. Secondo uno studio condotto attraverso il sito gurgle.com e ripreso dalla Bbc online sembra infatti che tre quarti delle donne in gravidanza sperimenti almeno una voglia. Un esercito rispetto al 30% di cinquant`anni fa. E a sedurre le donne incinta non ci sono solo dolci e frutta di stagione. Accanto a questi ultimi ci sono prelibatezze come pasticcini, caramelle, cibo speziato, noccioline e patatine fritte, ma anche accostamenti bizzarri come tonno e banane, oppure uova fritte con salsa alla menta. E se le voglie delle puerpere, secondo la tradizione, vanno sempre soddisfatte per non lasciare “traumi” al bebè, sarà decisamente più difficile fare i conti con alcune passioni davvero insolite come quelle per il sapone da bucato o per il dentifricio. Sembra, infatti, che in un terzo dei casi (31% circa) la voglia non riguardi cibi, ma oggetti come ghiaccio (22%), carbone (17%), dentifricio (9%), spugne (8%), sapone da bucato (5%) e addirittura gomma da cancellare (1%).
Durante l`indagine sono passate al microscopio abitudini, passioni e voglie di circa 2.200 donne britanniche. Risultato: il cibo preferito nei nove mesi di gestazione dalle mamme è il cioccolato, seguito dal gelato e dalle caramelle. Le voglie arrivano soprattutto al pomeriggio (40%) o alla sera (38%), tanto che solo l’8% delle donne in attesa si sveglia per snack di mezzanotte. Perché le voglie sono diventate così comuni? Secondo Fiona Ford dell`Università di Sheffield, la grande disponibilità di cibi e snack rende più semplice, alle future mamme, soddisfare i desideri alimentari non appena si presentano. Mentre la voglia di cose strane, come dentifricio o sapone, secondo la ricercatrice, è legata all’odore e alla consistenza di questi oggetti, più che al sapore.
La presenza di non-alimenti nella lista delle voglie sfaterebbe anche la teoria che i desideri delle donne in gravidanza siano influenzati da carenze nutrizionali. Infatti, come sottolinea la studiosa, l’organismo non è in grado di assorbire i nutrienti da carbone o fango. E allora perché il pancione regala desideri alimentari tanto insoliti? Secondo la nutrizionista Joanne Lunn, della British Nutrition Foundation, le ragioni non sono ancora chiare. “È normale scoprirsi a mangiare piatti che prima non si sopportavano, o iniziarne a detestare altri all’improvviso”, spiega Lunn. “Queste voglie, se non sono eccessive e pericolose per l’organismo, non devono preoccupare”.

di
Pubblicato il 14/07/2008