Logo salute24

Dimmi con chi «chatti» e ti dirò quanto bevi

Facebook, messanger e twitter influiscono sul consumo di alcol: chi infatti frequenta “virtualmente” amici che bevono troppo, ha maggiori possibilità di diventare un forte bevitore. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine dai ricercatori dell’Harvard Medical School di Boston, negli Usa, guidati da J. Niels Rosenquist.
La ricerca è stata condotta su 12.067 persone, la cui attitudine al bere e le cui frequentazioni sui social network sono state osservate per un periodo di 32 anni (dal 1971 al 2003). Al termine dell’esperimento è emersa una correlazione tra le relazioni “virtuali” e il consumo di alcol: gli esperti hanno osservato che frequentare dei forti bevitori aumenta del 50% la tendenza a bere oltre il dovuto, mentre relazionarsi con degli astemi la dimezza. Non è tutto, l’influenza tende ad estendersi anche agli “amici degli amici”: il consumo di alcol aumenta infatti del 36% nei conoscenti di persone che frequentano forti bevitori.
Il consumo di alcolici aumenta inoltre quando a dare il “cattivo esempio” è una donna: “Conta anche il ‘genere’ dell’amico bevitore – spiega Rosenquist -. Fra due amici, un maschio e una femmina, l’influenza sarebbe maggiore se iniziasse a bere la donna”.

di nadia comerci
Pubblicato il 17/05/2010

potrebbe interessarti anche: